09/12, Parigi – Repressione e vendetta di stato ieri e oggi

image_pdfimage_print

Giovedì 9 dicembre, dalle ore 19:30 alle 22:00 UL CGT Paris 18

In occasione del 52esimo anniversario della strage fascista e di Stato di Piazza Fontana a Milano (12 dicembre 1969) e all’interno della campagna sulla memoria storico-politica delle lotte sociali degli anni ‘60 e ‘70 in Italia, la Rete dei Comunisti organizza un incontro-dibattito a partire dalla presentazione del libro “Piazza Fontana. Una strage lunga cinquanta anni”. Quella data, che non sarà mai come le altre sul calendario, rappresenta un salto di qualità nella “guerra non dichiarata” da parte dello Stato italiano, insieme ai servizi militari USA e alle organizzazioni fasciste, contro il movimento operaio, la sinistra e i comunisti in Italia. Lo Stato e il potere hanno usato qualunque mezzo per soffocare e distruggere il movimento rivoluzionario di trasformazione sociale che, in quegli anni, ha messo in discussione l’intero sistema, ricorrendo alle forme più violente e brutali di repressione politica (dalla “strategia della tensione”, alle leggi speciali, alle carceri e alla tortura).

L’ingombrante apparato legislativo e repressivo ereditato dal fascismo, implementato grazie alle varie legislazioni emergenziali negli anni ‘70, non è mai stato dismesso – anzi è stato rafforzato – ed anche oggi chi si oppone in vario modo allo stato di cose presenti ne sperimenta il fardello in un contesto in cui il conflitto sociale è divenuto un crimine tout court. La vendetta che lo Stato esercitata a distanza di quaranta anni contro chi non si è mai pentito né dissociato da quella stagione di lotta è intrinsecamente legata alla stretta repressiva contro le organizzazioni politiche e i movimenti sociali che oggi lottano contro la barbarie del capitalismo e dell’imperialismo, a livello nazionale ed internazionale. Non si tratta di una semplice “deriva autoritaria”, ma di una fase di rafforzamento dei poteri securitari e repressivi da parte dello Stato a difesa degli interessi economici delle classi dominanti contro tutte le forme di resistenza e di messa in discussione del loro sistema di dominio, sfruttamento e oppressione.

Interverranno: Rete dei Comunisti, Campagne unitaire pour la libération de Georges Abdallah, Cercle Manouchian (ANC de France).

Coorganizzatori:

Traduzioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *